Come Scegliere i Colori di una Cameretta

Anche la camera dei bambini, come una qualsiasi zona notte, necessita della giusta scelta per quanto riguarda il colore delle pareti. In genere, quando si tratta della cameretta si tende ad associare il colore rosa per la camera della femmine e l’azzurro per quella dei bambini. Le possibilità, in realtà, vanno ben oltre a questa scelta sempre tradizionale e prediletta da molti, ma che spesso si rivela limitante e per alcuni poco originale.

Molto dipende ovviamente dall’età del bambino; per la cameretta di un neonato, i classici colori rosa e azzurro rappresentano in effetti la scelta più semplice da mettere in pratica, mentre se il bimbo è un po’ più grande in genere si tende a osare di più portando un pizzico di colore tra le pareti della cameretta che, oltre ad essere la zona notte, rappresenta anche il luogo maggiormente dedicato allo svago e alle ore di gioco del bambino.

I colori sicuramente poco consigliati per le pareti della cameretta sono il bianco e la gamma dei grigi e del beige. Per prima cosa perché si tratta, soprattutto nel caso del bianco, di colori molto chiari e quindi facili da sporcare in qualsiasi momento, ma anche perché sono colori neutri, troppo sobri, a volte un po’ cupi, che poco si intonano con un ambiente allegro e con uno spazio prevalentemente dedicato ai giochi come la stanza dei bambini.

Per lo stesso motivo, meglio evitare i colori troppo scuri, come il marrone, il viola e il rosso, che tolgono vivacità e luce all’ambiente e sono meglio indicati in altri contesti d’arredo o, per gli amanti del genere, per una camera da letto dalle tinte forti.

I colori pastello, di qualsiasi tonalità, sono invece una delle scelte ideali per la cameretta. Sono colori chiari e luminosi, in piena sintonia, durante il giorno, con la luce naturale proveniente dalle finestre e perfetti per rendere la stanza un luogo ben illuminato e consono ad attività come la lettura e lo svolgimento dei compiti.

I colori più vivaci sono considerati invece, secondo i principi cromo-terapici, le tonalità migliori per conciliare il benessere psicofisico. Colori come il giallo e l’arancione sono le cromie migliori per stimolare la creatività, mentre il verde e il blu sono i colori della tranquillità e del riposo.

Se lo spazio lo consente, potete dividere lo spazio della cameretta in modo da separare la zona notte dalla zona adibita allo studio, alla lettura e allo svago. In questo caso potete scegliere coppie di colori, sempre facendo i conti con l’arredo della camera, e dedicare colori più soft alla parete a ridosso della zona notte e quelli più accesi per lo spazio dedicato alle attività giornaliere di gioco e studio.

Inizia a scrivere il termine ricerca qua sopra e premi invio per iniziare la ricerca. Premi ESC per annullare.

Torna in alto